torta all’arancia con profumo di limone

“”È bianco il colore della cucina
che riempie le borse della spesa
appoggiate a terra mentre
scambiamo le novità della settimana.””

ingredienti

150gr zucchero
scorza di un limone non trattato
scorza di un’arancia non trattata
50gr succo di limone
100gr succo di arancia
4 uova temperatura ambiente
80gr olio di semi
un cucchiaino (5ml) estratto di vaniglia oppure mezza bustina di vanillina in polvere
200gr farina 00
8gr (mezza bustina da 16gr) lievito per dolci
(stampo da ciambella o tortiera da 20-22-24cm imburrato e infarinato)
zucchero a velo per guarnire (io di solito non lo metto, perchè preferisco mantenga il suo gusto leggermente fresco e non troppo dolce)
Cottura: 170°C | 50 minuti | forno statico | ripiano centrale

può essere fatta anche con farina di riso al posto della farina00 per chi è intollerante al glutine, aggiungendo alla farina di riso una puntina di gomma di xantano** per ammorbidire l’impasto.

preparazione

1) versare lo zucchero in una terrina
2) grattuggiare nello zucchero la scorza del limone e dell’arancia senza arrivare al bianco
3) con i polpasterelli schiacciare le scorze grattuggiate con lo zucchero al fine di amalgamarle bene e sprigionarne il profumo e il sapore
4) spremere il succo di un limone e di una arancia di solito sono insieme 150 grammi se fossero di meno allungate con un po’ di succo di arancia
6) dividere le uova mettendo i tuorli nella terrina con lo zucchero e gli albumi in una altra terrina
7) montare gli albumi a neve fermissima con le fruste meglio se elettriche così si fa prima
6) senza lavare le fruste montare per bene lo zucchero con le uova e le scorze finchè il composto non diventi quasi bianco
7) versare nelle terrina dello zucchero ben montato il succo di limone e arancia e l’oiio di semi
8) sempre con le fruste mescolare qualche secondo
9) aggiungere la farina poco alla volta e poi il lievito
10) adesso piano piano incorporare con un cucchiaio ( io preferico di legno come faceva lamia nonna Colomba) gli albumi montati a neve , facendo il solito movimento dal basso verso l’alto per incorporare aria
11) quando gli albumi sono tutti incorporati versare l’impasto nelle teglia e infornare in un forno già caldo
12) prima di togliere dal forno consiglio sempre di fare la prova stuzzicadente, cioè prendere uno stuzzicadente infilarlo dolcemente al centro della torta e se è asciutto quando si toglie la torta è cotta, se fosse umido lasciare ancora qualche minuto

** la gomma di xantano da molti è considerata nociva perchè in alte dosi è un lassativo notevole, e i prodotti confezionati senza glutine a volte ne contengono grandi quantità sotto la dicitura E415 , ma 1 o 2 grammi cioè la puntina di un cucchiaino non si sentono neppure e svolgono al meglio la loro funzione. per come usare la gomma di xantano basta contattarmi.

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

1 commento su “torta all’arancia con profumo di limone”

  1. La torta all’arancia con profumo di limone è un dolce antico dove la dolcezza dell’arancia si sposa all’asprezza del limone rendendola fresca e dal sapore agrumato.

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Indicibile

stellare

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: