e se oggi parlassimo d’amore?

mini silloge da tempi diversi, spazi diversi, amori quasi diversi

Signora con ventaglio , Gustav Klimt

*********************

La tua voce
Dentro la mia mente
Dentro il mio cuore

Accarezza il mio collo
Dondola sui miei fianchi

Sei maledettamente caro con me,
ho solo bisogno di te,
c’è qualcosa in te
alla quale non resisto

stringimi, stringimi ancora
e baciami un poco ancora.

Stringimi, stringimi ancora

Non smettere ancora

Su prendimi sulle ginocchia
Stringimi, stringimi ancora

Ho voglia di te

*****************

fuoco che arde
scintilla che brucia
brace rossa sotto la cenere

srotolami come
gomitolo di lana
per diventarti coperta

*****************

del tuo sorriso non privarmi

percorre
del viso i contorni
sugli occhi si posa
e chiede conferme

sfiora
del corpo i confini
sul collo riposa
sulle spalle
sui seni
e diventa tenero sguardo

scende
lungo i fianchi
desiderio
prepotente
languido
atteso
come fiume possente
che sta straripando

cerca argini
cerca un luogo
dove fermarsi

non privarmi
del tuo sorridente desiderio,
delle tue labbra dischiuse,
ammiccanti generose

non privarmi delle tue mani
del loro sorriso di fuoco


Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

26 pensieri riguardo “e se oggi parlassimo d’amore?”

  1. Di questi tempi non è mai facile parlare dell’amore. E’ una tematica utilizzata anche fin troppe volte che in molti casi viene spogliata della sua grande valenza. Quindi mi fa paicere leggere un testo in cui l’amore si sente chiaro e forte. Ottimo lavoro!

    Piace a 1 persona

  2. “Amo quello che ti te non conosco
    quello che in te è buio e nascosto
    quello che immagino
    e mai ho veduto
    quello che vorrei sentire
    e mai ho sentito”

    Questa è la parte più bella del tuo post. Ma è stupendo anche tutto il resto: sono sempre più orgoglioso di essere da tempo un tuo follower.
    P.S.: Anch’io ho appena sfornato un nuovo post… spero che ti piaccia! 🙂

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...