Francois-Joseph Luigi Loir… oh Parigi mia cara ( 2 )

Francois-Joseph Luigi Loir
(1845-1916)

Luigi Loir nasce il 22 dicembre 1845 a Goritz in Austria e la sua prima istruzione artistica la ebbe nel 1853 all’Accademia delle Belle Arti di Parma (mia città di origine)
alla fine dei suoi studi nel 1865, Loir fa il suo esordio al Salone di Parigi con un paesaggio e ricevette molti complimenti e Loir si iscrisse poi ad un corso molto prestigioso tenuto da Jean-Aimable Amédée Pastelot (1810-1870) per diventare un pittore di “muri”, le tecniche tra il dipingere le tele e imuri sono molto diverse, un facitore di murales ante-litteram, fece molti lavori murali e su soffitti per la ricca borghesia francese
divenne così molto popolare come pittore di soffitti e di muri molti dei lavori di Loir che includono acquarelli, e litografie furono acquisiti dalla città di Parigi e dai musei francesi
dopo il 1870 , Loir si concentrò esclusivamente sulle vedute di Parigi
in questi lavori, Loir raccontò per immagini le molte facce di Parigi, a tutte le ore del giorno e con lui appaiono le prime periferie, non solo il centro, una Parigi desueta e con atmosfere non sempre “luminose”
I suoi eccezionali poteri di osservazione, uniti alla sua abilità compositiva e alla drammatica tavolozza di colori, gli valse la reputazione di essere uno degli artisti più ricercati del auo periodo
I suoi dipinti sono scene quasi intime della vita quotidiana nella Città della Luce, liricamente raffigurate in tonalità particolari e dettagli squisiti
il suo interesse per il paesaggio urbano è forse più complesso di una semplice rappresentazione di Parigi e dei suoi abitanti
le sincere riflessioni di Loir sui mutevoli effetti delle diverse ore del giorno e del tempo mostrano la riflessione estetica messa nei suoi dipinti. Le opere eseguite da Loir mostrano la qualità di uno studio dedicato sui mutevoli effetti di luce sugli ambienti, dal primo pomeriggio al tramonto, che gli consente di focalizzare l’attenzione del pubblico su una fonte di luce che anima i colori altrimenti freddi della tela. Il suo racconto delle “icone” più riconoscibili della città ha creato un senso di nostalgia per questi spazi
venne anche eletto pittore ufficiale dei Viali di Parigi, non ricordo l’anno, questo portò alle stelle la sua carriera e anche la sua reputazione…

la prima puntata è Édouard Leon Cortès… oh Parigi, mia cara ( 1 )

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

10 pensieri riguardo “Francois-Joseph Luigi Loir… oh Parigi mia cara ( 2 )”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...