I Pittori di Skagen o dell’arte scandinava (quarta parte)

Krohg, Christian; “Albertine”, Kopenhagen, Statens Museum for Kunst.

QUI la prima parte, QUI la seconda parte, QUI la terza parte

Christian Krohg
norvegese 1852 – 1925

è un pittore norvegese molto famoso che si collegò con i pittori di Skagen che su incoraggiamento dell’artista Frits Thaulow visitò spesso
Ritornò a Skagen nel 1882-84 e nel 1888 ed influenzò altri artisti tra cui Anna e Michael Ancher
a me personalmente è molto simpatico, perchè fu anche scrittore, giornalista e naturalista, ebbe svariati interessi e nella sua pittura spesso affiorano
Christian Krohg è nato a Vestre Aker (ora Oslo), Norvegia, era uno dei cinque figli nati da Georg Anton Krohg e Sophie Amalia Holst e nipote di Christian Krohg (1777–1828) che aveva servito come ministro del governo. Suo padre era un impiegato statale, giornalista e scrittore. Sua madre morì quando lui aveva solo 8 anni e la sorella di suo padre si assunse la responsabilità della famiglia e dell’educazione dei bambini. Dal 1861 frequentò la Hartvig Nissen School
Suo padre gli aveva chiesto di intraprendere una carriera legale. Krohg ha studiato legge all’Università di Oslo (allora Christiania ) laureandosi. nel 1873, lo stesso anno in cui morì suo padre. Tra il 1869 e il 1870 aveva studiato anche alla scuola d’arte di Johan Fredrik Eckersberg a Lille Grensen a Christiania. Studiò anche in Germania, prima alla Baden School of Art di Karlsruhe sotto Hans Gude nel 1874. Si formò anche sotto Karl Gussow dal 1875. Ha seguito gli studi alla Königliche Akademie di Berlino dal 1875 al 1878.
Krohg lavorò a Parigi dal 1881 al 1882. Ispirato dalle idee dei realisti , scelse i motivi principalmente dalla vita di tutti i giorni, spesso i suoi lati più oscuri o socialmente inferiori. La prostituzione è il soggetto del suo dipinto Albertine , e

“Albertine”

Krohg ha anche scritto un romanzo sulla scena raffigurata. Il romanzo, Albertine , ha causato uno scandalo quando è stato pubblicato per la prima volta, ed è stato confiscato dalla polizia.
Lo stile di Krohg lo ha reso una figura di spicco nella transizione dal romanticismo al naturalismo .
Ci sono notevoli collezioni d’arte di Christian Krohg nel Museo Nazionale di Arte, Architettura e Design di Oslo e al Museo Skagens in Danimarca.

Thorvald Niss
danese 1842 – 1905

era un paesaggista danese che si interessò all’arte marina dopo essere diventato un membro dei pittori di Skagen
Nato ad Assens , era figlio di Niels Frederik Niss, un imbianchino, e di sua moglie Barbara Kirstine. Quando aveva 18 anni, divenne apprendista pittore a Copenaghen, dove cercò di sviluppare il suo talento artistico la sera. Dal 1861 frequentò la scuola serale presso la Royal Danish Academy e dal 1863 lavorò come decoratore presso la fabbrica di porcellane Royal Copenhagen . Alla fine degli anni ’70 del XIX secolo entrò in contatto con Otto Bache che lo invitò a lavorare nel suo studio dove conobbe le ultime tendenze della pittura francese. All’inizio degli anni ottanta dell’Ottocento era diventato un moderno paesaggista,paragonabile a Christian Zacho e Godfred Christensen
I tratti ampi e i colori forti che ha applicato ai suoi paesaggi autunnali e invernali gli hanno portato un ampio riconoscimento. Nel 1882, il suo Septemberdag i Jægersborg dyrehave gli valse una medaglia d’oro a Vienna e l’anno successivo un paesaggio invernale dei boschi di Folehaven fu acquistato dallo Statens Museum for Kunst , la galleria nazionale danese che gli conferì un più ampio riconoscimento. Grazie ad una borsa di viaggio, nel 1885 si recò in Italia e in Grecia, e nel 1889 a Parigi. Nel 1887, visitò Skagen dove divenne membro della colonia di artisti Lì dipinse il mare, adottando un nuovo approccio all’arte marina con il suo Morgengry (Daybreak) nel 1888 eStrandparti. Grenen nel 1889. Ha continuato a dipingere scene marine altrove,
in particolare del Mediterraneo. Negli anni ’90 dell’Ottocento usò sempre più l’acquaforte per le sue scene marine, alcune con sfumature simboliche.
Dopo aver sofferto per diversi anni di esaurimento nervoso, morì a Frederiksberg

Oscar Gustaf Björck
svedese 1860 – 1929

Nato a Stoccolma, dal 1877 al 1882, Björck fu uno studente di Edvard Perséus all’Accademia, nel 1883, Björck ottenne una borsa di studio di viaggio. Trascorse l’inverno 1883-84 a Parigi. L’inverno successivo, si recò a Monaco di Baviera dove dipinse alcuni ritratti, tra cui un dipinto a figura intera di sua moglie. Nella primavera del 1885 si trasferì a Venezia e, in autunno, a Roma dove dipinse il grande ritratto di Susanna ( Gothenburg Museum of Art )

e Romerska smeder (fabbri romani) ( Washington National Gallery of Art , Washington). Nel 1887, ha completato una serie di dipinti tra cui il Veneziansk saluhall (sala veneziana) ( Nationalmuseum of Sweden) e Lördagsmässa i Markuskyrkan (Messa del sabato nella chiesa di San Marco).
Björck fu incoraggiato ad andare a Skagen nel 1882 da PS Krøyer che aveva incontrato a Parigi e per il quale mostrò grande ammirazione. Si è subito affezionato alla comunità degli artisti lì, in particolare Michael Ancher , sua moglie Anna e Holger Drachmann . Non era solo il paesaggio di Skagen ad attrarlo, ma anche il calore e l’ospitalità degli artisti stessi. Björck trascorse lì diverse estati, completando alcuni dei suoi migliori dipinti sotto l’influenza di Krøyer e del movimento naturalista francese
Dopo soggiorni estivi a Skagen in Danimarca nel 1882, 1883 e 1884, si stabilì finalmente a Stoccolma nel 1888, dove si concentrò sui ritratti. Questi includono molti del re Oscar (tra cui uno al castello di Skokloster , un intero al castello di Drottningholm , uno con corona e mantello nel palazzo di Stoccolma e uno che è stato acquistato dall’imperatore tedesco.

Ha anche dipinto Prins Eugen vid staffliet ( Prince Eugen al cavalletto) (Nationamuseum, 1895); Il principe ereditario Gustaf (Palazzo di Stoccolma, 1900), La moglie dell’artista (a figura intera, 1891, Museo di Göteborg) e il barone Johan Nordenfalk den yngre [sv ] (Royal Academy, 1892). Inoltre, ha completato alcuni paesaggi, un paio di generi e vari dipinti decorativi.
I primi ritratti di Björck furono influenzati da Georg von Rosen e le sue immagini di Skagen riflettevano l’influenza degli artisti danesi, in particolare Peder Severin Krøyer . In molte delle sue opere caratteristiche, ha raffigurato la classe media svedese del suo tempo.

un brano msucale di Paul von Klenau  che ho rubato QUI da Claudio Capriolo

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

17 pensieri riguardo “I Pittori di Skagen o dell’arte scandinava (quarta parte)”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

Paola Pioletti

L'ordine delle mie cose

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: