memories: adoro i Buena Vista Social Club!!

I Buena Vista Social Club è un ensemble di musicisti cubani fondato nel 1996 per far rivivere la musica della Cuba pre-rivoluzionaria . Il progetto è stato organizzato dal dirigente del World Circuit Nick Gold, prodotto dal chitarrista americano Ry Cooder e diretto da Juan de Marcos González . Hanno chiamato il gruppo come un locale di musica popolare nel 1940. Per mostrare gli stili popolari del tempo, come son , bolero e danzón , hanno reclutato una dozzina di musicisti veterani, molti dei quali erano in pensione da molti anni.

Nel 1996, il chitarrista americano Ry Cooder era stato invitato a L’Avana dal produttore britannico di world music Nick Gold della World Circuit Records per registrare una sessione in cui musicisti africani del Mali avrebbero collaborato con musicisti cubani
All’arrivo di Cooder (attraverso il Messico per evitare l’ embargo sul commercio e sui viaggi degli Stati Uniti contro Cuba ), è emerso che i musicisti del Mali non avevano ricevuto il visto e non potevano viaggiare a L’Avana. Cooder e Gold hanno cambiato i loro piani e hanno deciso di registrare un album di Cuban son musica con musicisti locali

Già a bordo del progetto di collaborazione africana c’erano musicisti cubani tra cui il bassista Orlando “Cachaíto” López , il chitarrista Eliades Ochoa e il direttore musicale Juan de Marcos González , che aveva organizzato un progetto simile per gli afro-cubani All Stars . La ricerca di altri musicisti ha portato la squadra al cantante Manuel “Puntillita” Licea , al pianista Rubén González e al cantante ottantenne Compay Segundo , che hanno tutti accettato di registrare per il progetto.

L’album è stato registrato in soli sei giorni e conteneva quattordici brani; apertura con ” Chan Chan ” scritto da Compay Segundo, un figlio di quattro accordi che sarebbe diventato quello che Cooder descrisse come “il biglietto da visita di Buena Vista”; [17] e termina con una resa di “La Bayamesa”, una romantica criolla composto da Sindo Garay (da non confondere con la cubana inno nazionale della omonima )

Una delle canzoni presenti nell’album era “Buena Vista Social Club”, un danzón scritto da Orestes López , il padre del bassista “Cachaíto”. La canzone ha messo in luce il lavoro per pianoforte di Rubén González ed è stata registrata dopo che Cooder ha sentito González improvvisare intorno al tema musicale della melodia prima della sessione di registrazione di una giornata. Dopo aver suonato il pezzo, González ha spiegato a Cooder la storia del club sociale e che la canzone era la “melodia della mascotte” del club.

Al momento del rilascio il 17 settembre 1997, il CD divenne un enorme “passaparola”, ben oltre quello della maggior parte delle pubblicazioni di musica mondiale.
Ha venduto più di un milione di copie e ha vinto un Grammy Award nel 1998. [21] Nel 2003 è stato inserito dalla rivista Rolling Stone di New York come # 260 in The 500 Greatest Albums of All Time

Il Buenavista Social Club era un club per soli membri originariamente situato a Buenavista , un quartiere nell’attuale quartiere di Playa (prima del 1976 parte di Marianao ), uno dei 15 comuni della capitale di Cuba, L’Avana, il club originale è stato fondato nel 1932 in un piccolo locale di legno in calle Consulado y pasaje “A” (attualmente calle 29, n. 6007 ), nel 1939, a causa della mancanza di spazio, il club si trasferì al numero 4610 di Avenue 31, tra i calles 46 e 48, ad Almendares, Marianao
foto
Questo luogo è ricordato da Juan Cruz, ex direttore del Marianao Social Club e maestro di cerimonie al Salón Rosado de la Tropical (altri locali notturni dell’Avana)
quando i musicisti Ry Cooder, Compay Segundo e una troupe cinematografica hanno tentato di identificare l’ubicazione del club negli anni ’90, la gente del posto non riusciva a mettersi d’accordo su dove si trovava
a quel tempo, i club a Cuba erano segregati; c’erano sociedades de blancos (società bianche), sociedades de negros (società nere), ecc. Il Buenavista Social Club operava come una società nera, che era radicata in un cabildo, I cabildos erano confraternite organizzate durante il XIX secolo da schiavi africani. L’esistenza di molte altre società nere come Marianao Social Club, Unión Fraternal, Club Atenas (i cui membri includevano medici e ingegneri) e Buenavista Social Club, esemplificarono i resti della discriminazione razziale istituzionalizzata contro gli afro-cubani
Queste società operavano come centri ricreativi dove i lavoratori andavano a bere, giocare, ballare e ascoltare musica. Nelle parole di Ry Cooder ,
“La società a Cuba e nei Caraibi, inclusa New Orleans, per quanto ne so, era organizzata attorno a questi circoli sociali fraterni. C’erano mazze di carte per sigari, mazze per giocatori di baseball e giocavano a sport e carte – qualunque cosa facessero nel loro club – e avevano mascotte, come i cani. Al Buena Vista Social Club, i musicisti andavano lì per uscire insieme, come facevano ai sindacati dei musicisti negli Stati Uniti, e avevano danze e altre attività

io li ho visti dal vivo ed erano davvero uno spettacolo! molti degli originali componenti del Gtuppo sono morti ahimè e anche il gruppo negli ultimi diaci, quindici anni è molto cambiato!

vi consiglio di cercare il film in rete è speciale! chi avesse Prime Amazon lo può vedere tranquillamente

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

16 pensieri riguardo “memories: adoro i Buena Vista Social Club!!”

  1. Li ho sempre adorati anch’io
    … e vuoi che ti riveli una cosa molto strana? Ieri pomeriggio ho fatto ricerche sul grande Compay Segundo per controllare se c’era qualche data che mi dava l’occasione di agganciarvi un post. Siamo in collegamento telepatico?!?!?

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: