parole in musica: Shine on, you crazy diamond

vorrei iniziare una specie di appuntamento fisso con i testi delle canzoni, almeno delle canzoni che amo e i cui testi mi sembra raccontino qualcosa, infatti molto spesso ripetiamio le parole delle canzoni così perchè le abbiamo ascoltate tante volte e se sono in una lingua che poco conosciamo delle parole non ci resta nulla come dei loro significati, quindi i testi saranno tradotti tutti in italiano quelli stranieri, a volte da me a volte trovati in rete.

cominciamo con un pezzo straordinario per me che ha anche un titolo splendido sono i Pink Floyd

Continua a brillare, pazzo diamante

Ricorda quando eri giovane,
Splendevi come il sole
Continua a brillare pazzo diamante
Ora c’è uno sguardo nei tuoi occhi
Come buchi neri nel cielo
Continua a brillare pazzo diamante
Sei stato preso nel fuoco incrociato
Tra l’infanzia ed il successo
Trascinato sulla brezza d’acciaio
Avanti, tu bersaglio di lontane risate
Avanti, straniero
Leggenda, martire, e brilla!

Hai raggiunto il segreto troppo presto
Hai preteso la luna
Continua a brillare pazzo diamante
Minacciato da ombre di notte
Ed esposto alla luce
Continua a brillare pazzo diamante
Hai consumato il tuo benvenuto
Con precisione casuale
Hai cavalcato la brezza d’acciaio
Avanti, tu sognatore, visionario
Avanti pittore
Pifferaio, prigioniero, e brilla!

dedicata a Syd Barret è come viaggiare nella sua mente, un invito a vivere in alto e a spendere lui pazzo forse per l’LSD,ma sempre un diamante, una pietra preziosa, rara, inestimabile, un talento luminoso e sfaccettato come le facce di un diamante

era un pittore di suoni. vedeva nuove sonorità, stili inesplorati e immagini da mettere in musica, forse pazzo sì , perché genuinamente pazzo, sognatore e geniale; pazzo perché letteralmente sconnesso, slegato dalla realtà, I buchi neri nel cielo sono i momenti in cui si staccava dalla realtà. LSD. efarmaci celebrità-bambino in un corpo da adulto, da una parte l’indisciplina e fragilità tipica dei bambini, dall’altra la ricchezza e la responsabilità di un personaggio famoso

dove sono finiti i suoi amici quando lui era la foglia che stava cadendo dall’albero, così, Syd fu allontanato e ignorato, volato via con un vento rigido, un po’ come una brezza d’acciaio

Il ritornello, se possiamo definirlo così, dice che cos’è Sy è Amico, con cui ridere e che ti faceva ridere al solo pensiero (target for faraway laughter); ma questa frase può dire che era il bersaglio di una risata più maligna, insensibile, era anche Stranger (straniero), quando era sotto l’effetto di stupefacenti; legend (leggenda), per il suo ruolo nella scena musicale inglese di metà anni ’60 e perché senza lui i Pink Floyd non sarebbero nati; martyr (martire), come persona che accetta di sacrificarsi in nome del proprio modo di essere, dei propri obiettivi e della sua verità. In questo caso è possibile che i Pink Floyd si incolpino per aver salvato il gruppo, abbandonando l’amico al suo destino.

componeva e dipingeva dall’età di 14 anni. Era un artista poliedrico, i suoi interessi andavano ben oltre la musica. E questa è una chiave di volta. L’obiettivo di Syd Barrett era scoprire tutti i significati della vita, le verità non superficiali ma molto più segrete. E lo faceva componendodipingendo e, in ultima, lo faceva con l’uso di droghe. L’assunzione di stupefacenti non è solo causa del crollo, ma è effetto della sua personalità. Una personalità tanto acuta quanto fragile, sviluppata quando era molto giovane. Un modo di essere che a un certo punto contrastava con il peso di essere famosi e che l’ha condotto alla schizofrenia.

La minaccia delle ombre potrebbe essere la paura di vivere di Syd, una minaccia che non esiste se non nella mente di un depresso. Allo stesso momento Syd è esposto alla luce, dove tutti vedono che è pazzo. Essere esposto alla luce dà molto l’idea di un riflettore, che inchioda la persona sul posto e le sbatte davanti la condanna, la responsabilità.

Ti sei ritagliato la tua accoglienza (benvenuto) con casuale precisione. Sembra dire: sei entrato nella band in punta di piedi, sfasciando tutto. Random precision è un ossimoro. La precisione non è casuale, e la casualità raramente porta alla perfezione. Il contrasto tra casualità e precisione dice molto sulle due facce di Syd Barrett. Costruttivo e distruttivo per la band. Prima ha fatto, poi ha disfatto, o stava per farlo se Waters non l’avesse escluso.Infine, i Pink Floyd hanno il tempo di chiamarlo festaiolovisionariopifferaio (sempre da The Piper), pittoreprigioniero…di se stesso. E comunque, in ogni caso: Shine On You Crazy Diamond. Shine You Diamond. SYD.

grazie LG!

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

29 pensieri riguardo “parole in musica: Shine on, you crazy diamond”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

Paola Pioletti

L'ordine delle mie cose

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: