Olowe di Ise o della scultura in legno

Olowe di Ise
nigeriano 1873 – 1938

Olowe di Ise (nato intorno al 1873, morto intorno al 1938) è considerato dagli storici e collezionisti occidentali dell’arte uno dei più importanti artisti del XX secolo del popolo yoruba di quella che è oggi la Nigeria,
era uno scultore del legno e un maestro innovatore nello stile di design africano noto come oju-ona.
Olowe, originariamente Olowere, è nato a Efon-Alaiye, una città conosciuta come un importante centro culturale nello Yorubaland, ma ha vissuto la maggior parte della sua vita nella città di Ise, inizialmente fu impiegato come messaggero presso la corte del re Arinjale, l’Oba di Ise
è controverso se la sua carriera artistica sia iniziata come apprendistato o sia nata unicamente dal suo talento naturale, la sua fama di scultore sembra essere iniziata a Ise sotto il patrocinio di Arinjale prima di diffondersi in tutto lo Yorubaland orientale
Olowe è stato convocato a Ilesa, Ikere, Akure, Idanre, Ogbagi e altre città situate entro un raggio di 60 miglia (96,75 chilometri) per creare oggetti domestici elaborati (come porte e pali della veranda), oggetti personali e rituali per famiglie benestanti.
lo status di celebre artista gli è stato dato dai suoi contemporanei nella poesia di lode orale yoruba conosciuta come oriki:
un oriki è una canzone di lode o un’attribuzione a una persona. I canti di lode sono una parte importante delle tradizioni orali yoruba
nel 1924, l’arte di Olowe è stata esposta all’estero per la prima volta quando un insieme di porte e architravi del palazzo reale di Ikere è stato selezionato per il padiglione nigeriano presso l’Impero britannico in una Mostra a Wembley,

Londra. Questa opera d’arte è stata successivamente acquisita dal British Museum. Si noti che le sculture di Olowe erano originariamente dipinte, ma da allora la vernice si è generalmente consumata.

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

16 pensieri riguardo “Olowe di Ise o della scultura in legno”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...