Susan Ryder o degli interni dell’impressionismo contemporaneo

Susan Ryder
inglese 1944

Susan Ryder è nata in Inghilterra e ha studiato presso la Scuola di Pittura Shaw a Londra. Fin dall’età di 18 anni ha esposto regolarmente alla Royal Academy Summer Exhibition e in molte altre mostre misti e di gruppo.
Anche se ben nota per i suoi ritratti e interni, Susan Ryder ha ricevuto il suo primo premio come pittore di paesaggi . Molti i premi conseguiti per i suoi ritratti e per gli interni, con commissioni a dipingere belle case di campagna, sia nel Regno Unito che altrove.
Nel 1981 le sue abilità come ritrattista erano tali che il Principe di Galles le commissionò di dipingere Diana, Principessa del Galles

nel suo abito da sposa. Nei successivi tre decenni la sua carriera è stata una tempesta di attività. Numerosi premi hanno portato Sue ad essere eletta membro sia del New English Art Club che della Royal Society of Portrait Painters, servendo quest’ultima come vicepresidente dal 2002 al 2008. Un ulteriore riconoscimento arrivò nel 1997 con una commissione per dipingere HM The Queen da
Il lavoro di Sue lontano dalla ritrattistica si è dimostrato ancora più efficace, al punto che il nome Susan Ryder ora evoca immagini dei gloriosi interni e delle terrazze illuminate dal sole per cui è così famosa. Occupa un posto tra i grandi nomi dell’impressionismo britannico contemporaneo come rappresentato dal New English Art Club – una società di artisti che la pensano allo stesso modo che può rintracciare le sue radici filosofiche da John Singer Sargent e Augustus John, attraverso Stanley Spencer, fino ai giorni nostri. e ora include Ken Howard, Tom Coates, Fred Cuming e Jane Corsellis. Come uno dei principali sostenitori dello stile New English, i dipinti di Sue rimangono in costante richiesta nonostante l’ascesa del concettualismo nel mercato attuale e altre tendenze passeggere. Le sue regolari mostre personali a Londra invariabilmente si esauriscon0.

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

17 pensieri riguardo “Susan Ryder o degli interni dell’impressionismo contemporaneo”

  1. che belli questi quadri, così ricchi di colori e di luci di lampade di quelle che piacciono a me 🙂 Mi piacerebbe avere in casa uno di questi bei quadri. Grazie Matilde per farci conoscere questi artisti :-).. e buon lunedì

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: