Maurice Prendergast un impressionista “non allineato”

Maurice Prendergast
Canadese – Americano 1859 – 1924

Maurice Prendergast non è mai stato un Impressionista “allineato”, ha avuto affinità “lontane” con il movimento ed è stato influenzato considerevolmente da Whistler e da una figura meno nota, almeno in Europa, Charles Conder, che era da giovane uno dei pittori della scuola di Heidelberg che si occupava dei paesaggio impressionisti
ma dal 1890 inizia a dipingere immagini decorative a Parigi Prendergast è nato st John, Terranova, ma è stato allevato a Boston, ha visitato Parigi nel 1886 e vi è ritornato nell’inverno del 1890-91 rimanendovi per tre anni come studente all’accademia di Colarossi e all’Academie Julien. in quel periodo l’Impressionismo era uno stile completamente accettato a Parigi e le nuove tendenze con cui gli allievi delle Accademie d’rte dovevano confronrasi erano il Simbolismo , Neo-Impressionismo: Seurat, Signac, il lavoro di Gauguin, di Bonnard, di Vuillard e del cerchio del Nabis o “dei Prophets,, quali Serusier e Maurice Denis e Prendergast ha assorbito entusiasticamente la loro dottrina di base che diceva che una pittura prima di rappresentare qualche cosa, dovrebbe essere percepita come superficie piana coperta di zone ordinate di colore, ma non era molto interessato all'”atmosfera” impressionista, ha evoluto una tecnica brillante e scintillante in cui la superficie si è trasformata in in un mosaico di rotondi, di forme , poste parallelamente vicino, con prospettive profonde che tuttavia sembrano essere piatte e frontali i risultati sono “effervescenti”, luminosi, ad esempio gli studi della spiaggia, delle donne e dei bambini fasciati in vestiti bianchi e con parasoli coloratissimi , sarebbero forse la sua maggiore caratteristica se non fossero riprodotti troppo spesso
verso la conclusione della sua vita, la tecnica della pittura del Prendergast è diventato più allentata, più schematica e meno virtuosistica, i colori sono più probabili e parecchie zone sembrano non finite, o sono descritte con inchiostro o la penna
attraverso gli anni, le sue pitture ancora impressionano ed affascinano con il loro colore fantasiosi e rilassanti nello stesso tempo…

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

19 pensieri riguardo “Maurice Prendergast un impressionista “non allineato””

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

Paola Pioletti

L'ordine delle mie cose

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: