Sayonara di Filippo Fenara

Credo che tutti conosciate Filippo Fenara , che con tantissima paziena cartacarbona nostri lavori con premesse sempre molto azzeccate, oggi vorrei esse io a cartacarbonare un suo lavoro che ho letto ieri e che mi ha sorpreso per la freschezza e la tenerezza delle parole. credo che Filippo sia un “poeta” molto particolare, le sue espressioni a volte dure e anche gergali sono di una attualità dirompente e lasciano spesso anche disorientati per il realismo della parola , cosa che non è di tutti, mentre in questi versi rasenta il lirismo spontaneo tenero e senza sovraturre, con un ritmo quasi musicale e arriva e resta perchè rende piacevole una giornata! la poteet trovare QUI

Pensandoti,
m’esilio dal tempo
coincidimi
oltre il dissenso
affacciati
sul tuo mancarmi
sbagliami
se non puoi indovinarmi.

Spiegami
io non so capirmi
e tacimi
se non sai che dirmi…
la tua vanità
pronuncia l’addio
salpando,
fendo l’oblio
.

In nome di tutte le gocce di brina
lungo lo stelo di questa mattina
per Dio,
non sono se tu non mi sei
allora, fanculo al cosmo
e a tutti quanti gli Dei
la notte mi sfugge,
indifferente rischiara
un’alba definitiva
in un velluto d’aurora
torna pure nell’ovvio
il sipario ora cala
sull’eco di una sola
fottuta parola:
sayonara!!!

Posted at 08:30 by Filippo Fenara, on Febbraio 24, 2021

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

25 pensieri riguardo “Sayonara di Filippo Fenara”

  1. Poesia, basta cià, banale dire bellissima. Un poeta che non conoscevo e ora dovrò conoscere.
    Ma mi sai dire cosa significa “cartacarbonare”? Le parole “nuove” mi attirano sempre molto ma in questo caso, e anche avendo cercato, non riesco a decodificare.
    Ciao

    Piace a 1 persona

    1. Carta carbone ti dice niente? Serviva per fate le copie nella macchina da scrivere! Quindi cartacarbonare nuova parola di Filippo vuol solo dire fate delle copie, in questo caso di una sua poesia sul mio blog, di solito è lui che fa copie delle opere degli altri su suo!! Ciaoooo e buon venerdì

      "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...