accetta la mia pazzia

accetta la mia pazzia
quando mi esce dalle labbra
come melodia ricorrente di
un vecchio violoncello

le cuciture dei segreti
sono sgualcite, smerlate
chiedono l’oscurità della notte,


e il sonno – nere farfalle
colpite da luce improvvisa –

entra a piedi scalzi
nei giardini invisibili
a colorare i vecchi desideri

Jakub Schikaneder o delle notti a Praga

Jakub Schikaneder
ceco 1855 – 1924

Jakub Schikaneder era un pittore ceco noto per i suoi morbidi dipinti di paesaggi urbani con stati d’animo molto malinconici e solitari, spesso raffiguranti persone di classi inferiori. La maggior parte delle sue opere sembrano svolgersi in autunno o in inverno, di notte o al tramonto, e sono ambientate nella sua città natale, Praga e sul fiume Moldava. È stato paragonato a John Atkinson Grimshaw.
Schikaneder proveniva dalla famiglia di un impiegato dell’ufficio doganale tedesco. Nonostante le povere origini della famiglia, ha potuto proseguire gli studi, grazie anche all’amore per l’arte della sua famiglia; un antenato era Urban Schikaneder, il fratello maggiore del librettista Emanuel Schikaneder . Dopo aver completato i suoi studi a Praga e Monaco (1871-1879), Schikaneder, insieme a Emanuel Krescenc Liška , fu coinvolto nell’arredamento del palco reale del Teatro Nazionalea Praga; tuttavia, quest’opera andò persa in un incendio nel 1881. Dopo il suo lavoro al Teatro Nazionale, Schikaneder viaggiò attraverso l’Europa, visitando Germania, Inghilterra, Scozia, Paesi Bassi, Svizzera, Italia e Francia. Dal 1891 al 1923 insegnò al Collegio d’Arte di Praga. Schikaneder è stato annoverato tra coloro che ammiravano la Scuola di Monaco della fine del XIX secolo.
Morì nel 1924 e fu sepolto nel cimitero di Vinohrady a Praga

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito