i sogni disegnati in ali di farfalle

i sogni disegnati in ali di farfalle
rincorrono il cammino del tempo
avvolti in speranze gioiose,
gioco col vento,
e all’arrivo del buio
guardo fissamente il cielo
tendo la mano alla luna
che mai me la stringe

ho tempo , ho tempo, ho tempo

quando il gioco è finito,
quando il rock dei nostri sogni
si è fuso nel sole del vero,
i ricordi si sono tatuati
alle porte e alle pareti,
osservo le sirene nel mare
e costruisco ancora e ancora e ancora
palazzi sulla sabbia
che le onde sempre disperdono

testarda ero bambina
il tempo ha inghiottito la luna
e le bambole di cera
si sono consumate sotto il sole

Frammenti di quotidiano

frammenti di quotidiano irrompono con frenetica corsa dentro il mio tempo,
li sento
li annuso
li ascolto
li canto
costringono le mie labbra ad un tenero sorriso, come una carezza leggera di piuma d’uccello
solleticano i miei sensi intorpiditi con sferzate di nulla, di poco, di niente.
Un nulla ricolmo di tutto
di doni
di gesti
di luoghi
di occhi
di parole.
vi amo momenti brevi, intesi, irripetibili, dolci, romantici,violenti, appassionati, mai uguali,
non attesi, giungete all’improvviso e all’improvviso mi abbandonate
ma lo so,
lo sento,
lo voglio,
sarete il sole e l’aurora di domani, e di domani, e di domani e di domani…

GRAZIE SATIE!!

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito