Progetta un sito come questo con WordPress.com
Crea il tuo sito

la ragazza che lavora ai grandi magazzini

La ragazza che lavora ai grandi magazzini
esce dalla sua stanza del secondo piano,
accende la luce della scala,

la sua faccia è smarrita al chiarore,
ed esita un poco, prima che la via
inghiotta il suo mondo.

andrà al café anche questa mattina,
a cullarsi la sua prima tazza
stretta nel suo cappotto

ora è freddo sulla via
e questo café che ama la riscalda

sogna di rimanere lì più lungamente
per sedersi ad un tavolo d’angolo

e leggere
ascoltare musica

e chi sa,
forse all’improvviso
lui arriverà
e sarà come l’altro
e l’altro ancora

domani prenderà una cioccolata calda
con panna e due cialde di zucchero

Pubblicità
Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Indicibile

stellare