“Hoca” Ali Rıza: il primo impressionista turco

Ali Rıza (“Hoca” Ali Rıza)
turco 1858 – 1930

Il suo soprannome “Hoca” (che significa Lettore o insegnante) deriva dal suo lavoro per tutta la vita come insegnante d’arte nelle scuole civili e militari.
Educato in una scuola militare, Hoca Ali Rıza si è dedicato uno spazio nell’arena della pittura, offrendo uno sguardo impressionista ai numerosi panorami di Istanbul
la vecchia Istanbul era una meraviglia, che si è andata persa per tutte quelle costruzioni moderne che nulla hanno a che fare con il paesaggio. Tutto quello che sappiamo sulla città vecchia di Istanbul proviene dalle memorie di gentili abitanti di Istanbul, storici della città e fortunatamente dipinti di artisti turchi e stranieri del XIX secolo e prima.
Forse, il pittore più venerato per i dipinti di Istanbul è Hoca Ali Rıza, il pittore-soldato che ha dedicato la sua vita a ritrarre l’ambiente favoloso della città, in particolare l’epico Bosforo.
Hoca Ali Rıza è nato nel 1858 a Üsküdar, Istanbul. Sebbene alcune fonti affermino che sia nato nel 1857 o nel 1864, i suoi appunti personali, che ha lasciato a Süheyl Ünver il famoso storico di Üsküdar, sono precisi per il suo anno e luogo di nascita. È nato nel quartiere Ahmediye di Üsküdar come
figlio di Mehmet Rüştü Bey di Üsküdar, un maggiore di cavalleria che era un calligrafo islamico dilettante.
Gli anziani della famiglia di Ali Rıza, che erano burocrati ottomani civili o militari e appassionati d’arte, aiutarono Ali Rıza a imparare presto l’arte della pittura. Disegnava sui suoi libri di scuola, che non buttava mai via ma che teneva negli appunti fino alla fine della sua vita.
Nel 1878, Ali Rıza fu iscritto al Mekteb-i Harbiye dove riuscì ad aprire un atelier di pittura, dopo essersi diplomato alla scuola militare di Kuleli. Ali Rıza ha ricevuto lezioni di pittura dai docenti d’arte del Mekteb-i Harbiye, tra cui Osman Nuri Pasha, uno dei primi pittori-soldati, Süleyman Seyyid e Monsieur Kes. Ali Rıza si diplomò al Mekteb-i Harbiye con il grado di tenente nel 1882 e fu nominato assistente alla cattedra di pittura presso la scuola.
I funzionari decisero di inviare Ali Rıza a Napoli per continuare i suoi studi d’arte e pittura all’estero. Tuttavia, non è mai arrivato a Napoli a causa della diffusa epidemia di colera in quel momento. Ringraziando le sue capacità, Ali Rıza è diventato capo pittore presso la tipografia della scuola militare. Ha preparato tre libri da disegno per studenti militari, inclusi 30 modelli, per aiutarli a sviluppare le loro capacità di disegno.
Nel 1895, creò disegni di “texture” per le ceramiche della Royal Ceramics Factory fondata da Abdülhamit II. Due anni dopo, incontrò Fausto Zonaro, il famoso pittore orientalista noto per il suo lavoro che ritrae la guerra greco-ottomana del 1897. Ali Rıza realizzò anche molti dipinti di battaglia durante la guerra.
Ali Rıza divenne il presidente dell’Associazione dei pittori ottomani dopo la rivoluzione del 1908. Successivamente si ritirò dall’esercito per motivi di salute e iniziò a lavorare come insegnante di pittura civile in diverse scuole, tra cui la Scuola d’arte per ragazze, la Scuola d’arte per ragazzi e la Scuola femminile di Çamlıca.
Hoca Ali Rıza ha vissuto modestamente in una casa in affitto a Üsküdar per tutta la vita. Il suo unico reddito era il suo stipendio come insegnante. Anche se si dice che abbia realizzato più di 5.000 dipinti e disegni, non ne ha mai venduti. Era troppo imbarazzato per contrattare per un dipinto. Dava la sua pittura in dono alle persone che amava. Il pittore-soldato era famoso per la sua velocità nel realizzare disegni a carboncino e acquarelli. Ali Rıza è un vero impressionista e come molti impressionisti, amava l’aria aperta e disegnava e dipingeva molti paesaggi di Istanbul. In genere ha scelto luoghi presso o vicino al Bosforo. Ha interpretato la vita cittadina ei paesaggi in vecchi quartieri come Bebek, Arnavutköy, Burgazada, ecc. Tuttavia, il suo posto più amato era Üsküdar, la sua comunità natale.
Hoca Ali Rıza morì il 20 marzo 1930. I suoi figli fecero una mostra retrospettiva dopo la sua morte. Il defunto storico dell’arte Celal Esat Arseven ha incluso alcuni dei dipinti di Ali Rıza in una mostra collettiva tenutasi a Parigi. I suoi pezzi sono stati sparsi in varie collezioni ufficiali e private poiché amava regalare i suoi dipinti. Nel corso degli anni, l’arte di Hoca Ali Rıza è stata elogiata postuma e considerata una parte significativa della storia dell’arte moderna turca.

Autore: Nonna Pitilla

Beh io sono una "donna, mamma, nonna", in pensione ormai da un po' di anni che ha amato e ama scrivere poesie e favole e cucinare e occuparsi di pittura o meglio di arte in generale. faccio molto volentieri la nonna di una bellissima bimba di 4 anni che è la mia vita, ma non ho abbandonato le mie passioni che volentieri condividerei con voi se volete. Il mio nome è Matilde, ma mia nipote mi chiama così nonna Pitilla... La Pitilla è un tipico pane salentino (lei non poteve saperlo), ma devo dire che mi rappresenta - anche se sono nata e ora vivo a Parma- amo la cucina in tutte le sue forme!

23 pensieri riguardo ““Hoca” Ali Rıza: il primo impressionista turco”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Rebus Sic Stantibus

Timeo Danaos et dona ferentes

4000 Wu Otto

Drink the fuel!

quartopianosenzascensore

Dura tenersi gli amici, oggigiorno...

Paola Pioletti

L'ordine delle mie cose

endorsum

X e il valore dell'incognita

Cucinando poesie

Per come fai il pane so qualcosa di te, per come non lo fai so molto di più. (Nahuél Ceró)

Nonsolocinema

Parliamo di emozioni

Solorecensioni

... ma senza prendersi troppo sul serio

Parola di Scrib

Parole dette, parole lette

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: